.
Annunci online

Rabdomant:
La mia azienda
post pubblicato in Diario, il 10 ottobre 2008


La mia azienda si prende cura di me e dei miei soldi..non  mi accredita lo stipendio così non rischio di andarlo a spenderlo in shopping..
3 mesi all'alba, ho comunicato che a fine anno me ne vado.



permalink | inviato da batrakoska il 10/10/2008 alle 10:17 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (3) | Versione per la stampa
Aboliamo il lunedì?
post pubblicato in Diario, il 8 settembre 2008


Scusate l'assenza ma tornata a Roma ho scoperto che mi hanno anticipato il mio penultimo esame di 2 settimane e che la mia responsabile è sotto verifica per un progetto seguito 3 anni fa. Appena mi ha visto entrare in ufficio ha detto "Giulia, non sai quanto ti aspettavo!"..e così ho lasciato da parte il mio progetto per aiutarla con la sua verifica.
Il mio umore è altalenante, felice per la fine dell'università e pensierosa se ripenso all'anno scorso, penso di dover ancora metabolizzare alcune cose.
E poi c'è Luciana, a 10 anni di distanza ci sto ancora lavorando, ogni tanto mi entra nei pensieri ed è come se ce l'avessi accanto. Mi manca tanto e mi è stata portata via troppo presto.
La separazione da Antonio alla fine delle vacanze è stata traumatica, è già ricominciata la spola dei weekend da lui e degli altri giorni dai miei, però ho messo in atto una rivoluzione gandhiana: lo vedo tutti i giorni, se i miei mi dicono di non fare tardi io gli dico di dormire e torno senza farmi scrupoli, se loro stanno fuori un giorno di più io rimango da Antonio, non li chiamo quando sto con lui..lo capiranno che sto tanto bene così??
Spero di non far passare altri 20 giorni al mio prossimo post!




permalink | inviato da batrakoska il 8/9/2008 alle 15:4 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (1) | Versione per la stampa
Mattinata casalinga
post pubblicato in Diario, il 20 agosto 2008


é tutta la mattina che combatto con un virus nel computer,
con una mano smanetto tra gli antivirus, nell'altro ho il libro di diritto parlamentare,
e ogni tanto butto un occhio al passato di verdure che bolle,
e oggi è il primo giorno di sole dopo una settimana di pioggia..




permalink | inviato da batrakoska il 20/8/2008 alle 13:11 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (3) | Versione per la stampa
Di quartieri a luci rosse e vizi privati (neanche troppo)
post pubblicato in Diario, il 13 agosto 2008


Ieri siamo andati ad Anversa, tralascio qui osservazioni sulla bellezza della città, l’opera di Rogers e l’incomunicabilità fra fiamminghi e valloni per un piccolo dettaglio avvenuto ieri.

Passeggiando nel pieno centro di Anversa io e Antonio abbiamo preso la traversa a nord di una piazza, invece di prendere quella a sud, e ci siamo ritrovati nel quartiere a luci rosse della città, invece che nella chiesa con i dipinti di Rubens.

Ora, lo stupore è stato parecchio, ho visto un chiosco dove vendevano le patatine fritte, mi giro golosa verso Antonio e vedo 2 signorine nude dietro le vetrine dall’altra parte della strada. Mi guardo intorno e non vedo più donne a passeggio, solo uomini e una sfilza di vetrine tutte addobbate.

Io: “Antonio, guarda dove siamo finiti”

Antonio: “Che c’è?”

Io: “Ma non vedi le donne nelle vetrine?”

Antonio: “Giulia, ma sono manichini”

..questo fino a che poco dopo non c’era Paul in vetrina, un trans sadomaso, lì è sbiancato..

Tentiamo di uscire il prima possibile dalle vie incriminate e io apro la guida per vedere se ne parla: NIENTE DI NIENTE.

Torno a casa ieri sera e guardo su internet,la solita Wikipedia mi dice che il Belgio ha 2 quartieri a luci rosse, uno ad Anversa e uno a Bruxelles (solo che quello a Bruxelles è in piena periferia e non ci si capita così facilmente)…e tra le altre cose mi nomina anche i quartieri a luci rosse di Roma (“I quartieri a luci rosse di Roma? Ma non ci sono!” Dico fra me e me..) e invece lui mi nomina la Cristoforo Colombo, l’Aurelia, la Nomentana.. (tutte arterie cittadine per chi non fosse romano..) A quel punto mi prende una grande tristezza.. (per non parlare della grande incazzatura quando ho cliccato il primo risultato su google italia: un blog interamente dedicato al turismo sessuale che consiglia dove andare a seconda delle preferenze).

Oggi a pranzo abbiamo raccontato il fatto a un collega belga di Antonio il quale ci ha risposto: “Si, c’è il quartiere a luci rosse ad Anversa, ma qui in Belgio queste cose sono illegali, quindi facciamo finta che non ci siano”..

Ora no, ma possibile che l’ipocrisia porti a far finta che un intero quartiere in pieno centro non abbia come prima e unica attività la prostituzione?

Inoltre, possibile che una guida internazionale come la Rough sia talmente ipocrita da non mettere neanche una postilla con su scritto “guardate che se passeggiate a nord della chiesa di San Paolo vi ritrovate davanti donne nude o travestite in modo assurdo...”, sarebbe carino non trovate?


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. ipocrisia quartieri a luci rosse anversa

permalink | inviato da batrakoska il 13/8/2008 alle 17:34 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (3) | Versione per la stampa
Anversa e letture
post pubblicato in Diario, il 12 agosto 2008


Oggi gita ad Anversa, speriamo che non diluvi!
- Libri per le vacanze -


L'ha scritto nel suo ultimo anno di vita,
dopo la caduta del muro di Berlino,
bellissimo e ormai rassegnato


Precede "Le Braci", contiene ancora
un contatto con la realtà del vivere quotidiano
e un volercisi appigliare. Molto bello, anche se
all'inizio è un po' lento..

Li ho finiti, per il resto in valigia avevo tanti libri per la
tesi, Diritto parlamentare e Diritto della concorrenza,
gli ultimi due esami alla grande fine...mi sa proprio che
ormai non avrò più scuse!




permalink | inviato da batrakoska il 12/8/2008 alle 7:32 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (2) | Versione per la stampa
Movie night
post pubblicato in Diario, il 3 agosto 2008


Stasera movie night: fuori imperversa la tempesta, noi ci siamo rintanati in casa, abbiamo preparato il persico in crosta di patate e tra poco sceglieremo un film dall’archivio preparato prima di partire.

Oggi ancora una volta ho avuto modo di vedere come nelle città dell’Europa continentale non esista la divisione netta in quartieri che c’è in Italia, una strada residenziale che affaccia su un laghetto è la parallela di una strada con palazzi cadenti, o una piazzetta frequentata solo da bruxellois è circondata dal quartiere africano, dove anche una coppia mista come me e Antonio (io italiana, lui italo-peruviano) è guardata con curiosità.

Anche il nostro studio si trova in una via residenziale, passeggiando per il mercato vicino casa ci siamo accorti di quanti maghrebini ci fossero e non capivamo dove abitassero, è bastato tornare a casa cambiando il tragitto di poche strade e ci siamo ritrovati in un altro continente.

Anche qui separazione, sebbene fra poche vie, oppure integrazione? Ho sempre pensato che gli occhi di un turista vedessero il panorama culturale che gli sta intorno come un tutt’uno, spero di farmi un’idea meno vaga nelle settimane a venire.

2 anni dopo
post pubblicato in Diario, il 2 agosto 2008


Oltre un anno e mezzo dopo il mio ultimo post: sono a Bruxelles a fare delle ricerche per la mia tesi di laurea specialistica, sono qui in ferie perchè ho cominciato a lavorare e quindi a fine agosto tornerò a Roma.
Ho preso una casa in affitto a Saint-Gilles, uno studio perfetto per uno studente o per una coppia, di quelli che mancano a Roma e che non permettono ai "bamboccioni" di trovare un affitto alla loro portata (tanto per capirci).
Per ora cercherò di tenervi aggiornati su Bruxelles, a Roma ogni tanto mi lamenterò del mio lavoro precario, aspetterò la fine dell'anno per la sessione di laurea e la scadenza del contratto di lavoro, programmerò la mia vacanza di un mese in Perù per festeggiare la fine dei due eventi e al ritorno si vedrà..

Intanto ora sono qui con il mio Antonio a godermi il crocevia d'Europa, ieri sera ci siamo persi al column du Congrés e la cartoville ci ha indirizzato al "die ultemie hallucinatie" a bere birre trappiste belghe in un palazzo art nouveau del 1904 arredato con i sedili dei treni del 1930 disegnati da Van de Velde. Un posto fuori dal tempo in cui si entra e si fanno mille corridoi tra pezzi art nouveau prima di arrivare al bancone del bar e che ospita al primo piano le riunioni di una loggia giudaica.

Oggi abbiamo girovagato per la parte turistica di Bruxelles, stasera speriamo che spiova e da lunedì comincerò le ricerche per la tesi..chissà come sono gli eurocrati!




permalink | inviato da batrakoska il 2/8/2008 alle 21:32 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
Jingle Bells
post pubblicato in Diario, il 20 dicembre 2006


Secondo me è pura follia quella che prende le persone la settimana prima di Natale; traffico impazzito, macchine in quarta fila, insulti tra automobilisti che sentono molto poco lo spirito natalizio..

Ieri sentivo alla radio che la spesa pro capite natalizia sarà di oltre 770 euro, MA SIAMO MATTI??

Comunque io mi trovo nel caos, ho provato per due giorni a uscire in macchina ma ho avuto la conferma di una missione impossibile; l’altro ieri ci ho messo 1 ora e 45 minuti per andare da Prati all’Eur e ieri la stessa storia.

Insomma il risultato finale è che avendo pensato SOLO alla laurea fino alla settimana scorsa, non ho ancora fatto neanche un regalo e non ci ho neanche ancora pensato.

Oggi ho fatto il primo giretto per negozi ma senza soluzioni, di pomeriggio ho capito che è meglio rinunciare..per cui domani mattina mi imbarcherò di nuovo nella meravigliosa esperienza della ricerca dei regali di natale..AHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHH!




permalink | inviato da il 20/12/2006 alle 14:6 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
Settimana particolare
post pubblicato in Diario, il 25 novembre 2006


Settimana particolare, i miei sono all'estero e io a Roma col cane mi divido tra faccende domestiche, uscite, sveglie la mattina presto per portare a spasso Ricky e poi ricrollare nel letto.
Domani vedo una ragazza che potrebbe suonare il 17 dicembre alla serata Pinki (quella organizzata da me), il resto è già stato tutto organizzato! Oggi invece vado all'aperitivo autogestito di un negozio di abbigliamento in cui c'è anche una radio privata illegale..insomma, public relations a tutto spiano :-D
Da lunedì comincio a studiare la tesi, ho saputo la data e si avvicina..tutti i miei colleghi mi parlano di abiti adatti, di tesi da rilegare, di bar dove fare il brindisi post-discussione..ammetto di non averci ancora pensato affatto!
Buon weekend a tutti!




permalink | inviato da il 25/11/2006 alle 13:55 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (3) | Versione per la stampa
Listen reggae music!
post pubblicato in Diario, il 19 novembre 2006


Serata etiope al linux! E stasera facciamo il botto..zighinì, bisrat e abiti tipici..il tutto condito da djset e concerto reggae. Paola sta facendo lasciare le impronte delle mani sul cartellone dell'express art corner e tutto intorno sui muri ci sono i cartelloni delle domeniche scorse.
Io già mi sto muovendo per la prossima serata pinki+, il 17 dicembre, quella di domenica scorsa è andata benone e spero che la prossima vada anche meglio!
Tra una domenica e l'altra in settimana ho anche consegnato la tesi..e sto programmando un bel viaggio a Parigi..più di così!!




permalink | inviato da il 19/11/2006 alle 20:16 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (4) | Versione per la stampa
Sfoglia settembre       
rubriche
links
tag cloud
cerca
calendario
adv